Fondazione Svizzera di Cardiologia
Swissheart-Coach – strumento online per cuore e circolazione

Fattore die salute «alimentazione»

Dieta mediterranea

La cucina mediterranea tradizionale è particolarmente adatta a mantenere la salute del sistema cardiocircolatorio. In realtà non si tratta di una vera e propria «dieta», bensì di puro piacere per il palato, perché è varia, colorata e semplicemente gustosa.

Perché la dieta mediterranea?

L’alimentazione mediterranea favorisce la salute del cuore: con molta frutta fresca, verdura, prodotti a base di cereali, leguminose, pesce, olio di colza e d’oliva, e con un bicchiere di vino ai pasti di tanto in tanto. La cucina mediterranea è variata e oltretutto gustosa. Inoltre, per poterla seguire non è nemmeno necessario dare mano al portafoglio più di quanto non lo si faccia con qualsiasi altro stile alimentare, dato che i menù mediterranei fanno ampiamente a meno di ingredienti preparati industrialmente.

I suoi vantaggi

I benefici offerti dalla dieta mediterranea sono molteplici: da un lato si gode della buona cucina e, dall’altro lato, si influenzano contemporaneamente la «fabbrica del colesterolo» dell’organismo e il livello di glucosio nel sangue, il tutto a vantaggio della propria salute. Inoltre, con questa alimentazione riesce più facile mantenere il peso corporeo entro limiti accettabili, incidendo favorevolmente sulla pressione arteriosa. Così facendo, previene da sé le lesioni arteriose dovute all’arteriosclerosi e aumenta considerevolmente le probabilità di mantenere in salute il cuore e il sistema circolatorio.

Come iniziare?

Una cosa innanzitutto: non c’è bisogno di fare la fame. Al contrario, ci si delizia con l’ampia scelta di frutti e verdure, di cui ci si serve in abbondanza. Oltre a ciò, il piatto si arricchisce di paste alimentari, riso, mais, patate o anche leguminose quali lenticchie, fagioli e piselli. Tra i grassi si preferiscono soprattutto l’olio di colza e l’olio d’oliva. Per quanto riguarda i prodotti di origine animale la scelta deve ricadere su pollame e pesce, quest’ultimo possibilmente proveniente da pesca sostenibile (BioLabel per l’allevamento ittico, marchio di qualità MSC per il pescato non d’allevamento). In questa forma di alimentazione non vi sono divieti, per cui, quando ne ha voglia, può tranquillamente gustare un pezzetto di cioccolato (amaro) o concedersi una bella porzione di carne. Tuttavia, per quanto concerne i cibi fast-food è necessario avere ben chiaro che molti di loro sono carichi di grassi poco salutari, troppo sale, troppo zucchero e troppe calorie. Tanto per fare un esempio, 500 g di insalata iceberg apportano 65 calorie e 500 g di patate bollite arrivano a fornire 345 calorie. Per contro, 500 g di Cheeseburger coprono già quasi l’intero fabbisogno quotidiano di energia, nel caso si svolga una professione sedentaria.

Controlli il suo cuore!
Al test.